Glossario
Scopri il significato di parole nuove!

 

A

  • ALLOCTONO non originario del luogo in cui vive.
  • AREALE area di distribuzione geografica di una determinata specie botanica o zoologica.
  • ARTIODATTILO mammifero munito di zoccoli (ungulato) con un numero pari di dita su tutti i piedi, come i Bovidi, i Camelidi e i Cervidi.
  • AUTOCTONO nato nel luogo in cui vive.

 

B

  • BIODIVERSITÀ o diversità biologica è un neologismo ed una parola composta da bio e diversità. È la manifestazione della diversità della natura. Una definizione largamente condivisa è che la diversità biologica è una misura della diversità relativa fra organismi presenti in ecosistemi diversi, la ricchezza in specie animali e vegetali che vivono in un determinato ambiente. Più è alto il numero di specie e minore è il numero degli individui di ciascuna specie, più elevato è l’indice di biodiversità.
  • BIOMA è l'insieme di animali e vegetali che vivono in un determinato luogo o ambiente geografico, raggiungendo un elevato grado di adattamento all'ambiente naturale che li ospita con particolare riferimento alla flora ed al clima. Si distinguono biomi terrestri e biomi dell'idrosfera.
    I principali biomi terrestri sono: la taiga, la foresta temperata, la prateria, la tundra, il deserto, la savana tropicale, la foresta equatoriale.
    Quelli dell'idrosfera sono: il bentonico (o del fondo, litoraneo o profondo), quello dei banchi di corallo, il pelagico, quello degli stagni e dei laghi, quello dei fiumi.
  • BIOTOPO unità ambientale omogenea di varia dimensione, specificamente individuata.
  • BRACHIAZIONE indica il modo di spostamento, caratteristico delle scimmie antropomorfe e delle proscimmie, che utilizza principalmente gli arti superiori. Questo movimento diventa una precisa strategia di difesa in quanto consente la ricerca del cibo senza scendere al suolo.

 

C

  • CATENA ALIMENTARE successione di organismi viventi legati tra loro da rapporti alimentari, nel senso che ciascuno si nutre del precedente ed è predato dal susseguente.
  • CATTIVITA' condizione degli animali non domestici che vivono in gabbie o in luoghi delimitati, accuditi dall’uomo.
  • CHERATINA proteina corporea dura e resistente costituente molte strutture, come la pelle, le unghie, gli zoccoli, gli artigli e le corna.
  • CITES Convention on International Trade in Endangered Species of Wild Fauna and Flora (Accordo sul commercio internazionale di specie della fauna e della flora in pericolo).
  • COLONIA un gruppo di animali che vivono insieme e spesso condividono i compiti necessari per la sopravvivenza, come cercare il cibo e difendersi da eventuali nemici.
  • CRIPTICO atto a nascondere. Ad es. colorazione criptica, quella mimetica di un animale.

 

D

  • DIGITIGRADO mammifero che cammina appoggiando al suolo solo le dita e non l’intera pianta del piede. Solitamente sono animali veloci e silenziosi, per esempio i Felidi o i Canidi.
  • DIMORFISMO SESSUALE fenomeno per cui in una data specie un sesso presenta caratteri esteriori più o meno diversi da quelli dell’altro, sia dal punto di vista somatico che comportamentale.
  • DIORAMA ricostruzione in scala ridotta di un ambiente o di un paesaggio, anche con l’ausilio di artifici tecnici.

 

E

  • ECOLOGIA parte della biologia che studia i rapporti fra gli organismi viventi e il loro ambiente, nonché le conseguenze di questi rapporti soprattutto per limitarne o eliminarne gli effetti negativi.
  • ECOSISTEMA l’insieme degli organismi viventi, dell’ambiente e delle condizioni fisiche e chimiche presenti e interagenti in un determinato spazio.
  • ENDEMICO specie tipica ed esclusiva di un determinato territorio.
  • ETOLOGIA scienza che studia il comportamento e le abitudini degli animali, soprattutto nelle loro relazioni reciproche e nell’adattamento.

 

G

  • GREGARIO organismo che per ragioni diverse tende ad aggregarsi ad individui della sua specie almeno in un periodo della propria vita formando branchi, stormi, sciami, ecc…
     

H

  • HABITAT insieme dei fattori fisici e chimici tipici dell’area e del tipo di ambiente in cui vive una determinata specie animale o vegetale.

 

I

  • IMPRONTA ECOLOGICA sistema di misurazione del nostro impatto sugli ecosistemi del Pianeta. La dimensione delle nostre abitazioni, i rifiuti che produciamo, l'energia che impieghiamo per gli spostamenti e i nostri consumi sono alcuni degli elementi che determinano il peso della nostra impronta sul Pianeta.
  • IN-SITU/EX-SITU si dice di progetti di conservazione: un progetto "in-situ" si occupa delle specie in questione seguendole direttamente nel loro paese d'origine, mentre un progetto "ex-situ" si occupa delle specie al di fuori del loro paese d'origine attraverso la riproduzione in cattività al fine di mantenere alto il livello genetico e di aumentarne la sensibilizzazione tra il pubblico.

 

M

  • MANGIME PELLETTATO mangime specifico compresso (da "pellet" in inglese "pallottola").
  • MENAGERIE luogo in cui vengono raccolti animali rari o esotici per esposizione; collezione di animali che nell’Ottocento venivano esposti di fiera in fiera.
  • MIMETISMO fenomeno per cui alcuni organismi hanno la capacità, per ottenere un vantaggio, di assumere l'aspetto di un oggetto definito o di uniformarsi all'ambiente circostante.
  • MONOGAMIA fenomeno per cui un organismo si accoppia o tende ad accoppiarsi con un solo individuo del sesso opposto nel corso di una stagione riproduttiva o della sua vita (in contrapposizione a poligamia).

 

O

  • OVIPARO animale che si riproduce deponendo uova dove avviene lo sviluppo del futuro nato (quindi al di fuori del corpo materno).
  • OVOVIVIPARO animale che si riproduce per mezzo di uova che si schiudono nel corpo della madre, anziché all’esterno (es. vipere e squali).

 

P

  • PERISSODATTILO mammifero munito di zoccoli (ungulato) con un numero dispari di dita su tutti i piedi, come gli Equidi, i Tapiridi e i Rinocerontidi.
  • PLANTIGRADO mammifero che, come gli Ursidi e i Primati, cammina appoggiando a terra l’intera pianta del piede.

 

S

  • SIMBIOSI associazione durevole tra due individui o due specie diverse in cui entrambi ottengono un vantaggio.
  • SOSTENIBILITÀ sviluppo economico, sociale ed ambientale che permette il benessere degli attuali abitanti del pianeta senza compromettere quello delle future generazioni.
  • SPECIE insieme di individui con gli stessi caratteri biologici e morfologici, che possono accoppiarsi e danno una discendenza feconda.
  • STANZIALE animale che rimane in un dato territorio nel corso di tutto l'anno (in contrapposizione a migratore).

 

T

  • TASSONOMIA metodo e sistema di descrizione e classificazione degli esseri viventi.

 

U

  • UNGULATO mammifero erbivoro le cui falangi o la cui unica falange è rivestita da uno zoccolo anziché da unghie, come per esempio il cavallo, il bue e la pecora.

 

V

  • VIVIPARO animale che si riproduce sviluppando il cucciolo all’interno del corpo materno che lo darà alla luce già formato.