About us
Missione, Storia e Organizzazione

 

MISSIONE

Il Parco Zoo Punta Verde è un giardino zoologico gestito da una società privata, non gode di alcun finanziamento pubblico e le entrate provengono unicamente dal biglietto di ingresso.

La MISSIONE del Parco Zoo Punta Verde si fonda su quattro punti fondamentali:

  • l'educazione del proprio pubblico verso una maggiore cultura e sensibilità nei confronti del mondo animale e dell'ambiente, attraverso mirati programmi di educazione ambientale rivolti al pubblico generico e alle scuole di ogni ordine e grado;
     
  • la conservazione della biodiversità attraverso la partecipazione di programmi ex situ e in situ.  Il Parco da anni, grazie
    anche al coinvolgimento e al contributo dei propri visitatori, supporta diversi progetti di conservazione per salvaguardare specie minacciate di estinzione direttamente nei loro luoghi d'origine offrendo inoltre, alle popolazioni locali, un'opportunità di sviluppo sostenibile;
     
  • la ricerca, attraverso collaborazioni con Istituti quali Università, Musei e Istituti scientifici in genere.
     
  • e infine l'offerta di emozioni a grandi e piccoli attraverso una giornata di svago in un ambiente piacevole che favorisce il contatto con la Natura, contribuendo a rispettarla.
 
 

Il Parco Zoo è socio effettivo dell'UIZA (Unione Italiana Zoo e Acquari).

 
 

Partecipa agli EEP (European Endangered Programme), programmi che uniscono gli sforzi degli zoo europei nella conservazione di specie a forte rischio di estinzione.

 
 

Il Parco Zoo è anche membro ISIS responsabile della realizzazione del super database ZIMS che fornisce in tempo reale la situazione di tutte le specie animali ospitate nella maggioranza degli zoo mondiali offrendo spunti per una corretta gestione della popolazione animale in cattività.

 
 

E' membro effettivo dell'EAZA (European Association of Zoos and Aquaria) che fa parte dello IUCN (International Union for the Conservation of Nature and Natural Resources).

 
 

Offre supporto logistico e scientifico al nucleo operativo CITES (Convention of International Trade in Endangered Species of Flora and Fauna) del Corpo Forestale dello Stato.

 
 

Da Agosto 2002 il lavoro svolto dal nostro Parco è stato riconosciuto anche dalla WAZA (World Association of Zoos and Aquaria) che guida, incoraggia e supporta gli zoo e gli acquari affinché contribuiscano ad educare e sensibilizzare il pubblico sul tema della conservazione delle specie animali e dell'ambiente.

LA STORIA

 

C'era una volta nel 1972 un terreno di circa 16 ettari situato presso la sponda sinistra del fiume Tagliamento, a Nord della zona turistica di Lignano Riviera, completamente abbandonato e ricoperto da una fitta sterpaglia e da rovi che impedivano perfino di accedere alla riva del fiume.

Il geometra Sergio Rodeano, grandissimo amante delle piante e del bello, pensò con qualche amico di recuperare l’area facendone un vivaio di essenze tipiche della zona e restituendola nel contempo ad una più produttiva funzione ecologico-ambientale.

Nel giro di qualche anno, l’intera zona su cui oggi sorge il Parco divenne un ordinato vivaio, gelosamente curato.

Il caso volle che l’area fosse provvista di un laghetto artificiale, realizzato nei decenni antecedenti. Qui trovarono dimora alcune specie di anatre selvatiche, pian piano affiancate anche da razza ornamentali, che diedero vita ad una numerosa colonia stanziale.

Questo felice connubio ambientale-faunistico indusse a tentare un esperimento per un diverso utilizzo dell’area, che consentisse l’utilizzo delle numerose piante del vivaio per la formazione di un parco alberato; l’inserimento di alcune specie animali che potessero trovarvi un “habitat” ideale e di offrire ai turisti di Lignano Sabbiadoro un elemento culturale e di svago alternativo alla spiaggia.

Il 19 giugno 1979 nasce il Parco Zoo Punta Verde: un esperimento-scommessa riuscito così bene da indurre la proprietà a potenziare e migliorare gradualmente il sito, anno dopo anno, fino ad arrivare all’attuale sistemazione e dotazione strutturale-organizzativa volta ad educare e sensibilizzare il proprio pubblico ad una maggiore conoscenza e rispetto verso l'ambiente e volta a garantire un futuro alla Natura.

Oggi il parco si estende su 100.000 mq tra i due argini del fiume Tagliamento ed ospita circa 1000 animali appartenenti a centinaia di specie tra Mammiferi, Uccelli e Rettili. Il parco viene costantemente migliorato ricostruendo gli habitat caratteristici delle specie accolte e curando in particolare la flora. Alle piante autoctone si accompagnano altre specie tropicali che vivono grazie a laghetti alimentati da pozzi termali a 30° C. Si creano così dei microclimi che favoriscono il benessere anche degli animali più esotici.

L'ORGANIZZAZIONE

 

Il Parco Zoo per lo svolgimento di ogni attività si avvale della collaborazione di personale proprio e liberi professionisti.

 
 

GESTIONE DEL VERDE


La gestione del verde, patrimonio di notevole rilevanza, e la manutenzione delle strutture, vegono curate da personale specializzato che si avvale di una decennale esperienza nel settore; queste mansioni vengono svolte da cinque persone.

 
 

BENESSERE DEGLI ANIMALI

La responsabilità del benessere degli animali è affidata a cinque keepers ("guardiani" degli animali) specializzati non solo nelle specie a loro affidate, ma anche nella conoscenza del comportamento di ogni singolo individuo, prerogativa indispensabile al fine di un buon mantenimento di specie in ambiente controllato ad elevato valore biologico.

 
 

GESTIONE VETERINARIA

Per quanto concerne la gestione veterinaria il Parco si avvale del supporto di uno staff medico a livello locale ed internazionale. Il lavoro di profilassi e prevenzione viene curato da un professionista locale reperibile 7 su 7 h 24; in presenza di problematiche altamente specifiche il Parco si appoggia ad un equipe di professionisti specializzati nella gestione delle patologie relative agli animali non convenzionali.

 
 

DIPARTIMENTO DIDATTICO

Lo Zoo è dotato di un dipartimento didattico avente lo scopo di fornire un’adeguata informazione e sensibilizzazione al pubblico sulle tematiche ambientali. È un lavoro creativo e di aggiornamento continuo che porta alla realizzazione dei cartelloni divulgativi che trovate passeggiando per il Parco, le pubblicazioni come la guida allo Zoo, nonché alla creazione e conduzione di attività educative rivolte alle scolaresche e ai visitatori individuali sia all’interno che all’esterno dello Zoo. Il dipartimento didattico si occupa anche dell'organizzazione del centro estivo "Estate allo Zoo" e promuove periodicamente dei corsi di formazione per educatori. Per fare tutto ciò lo Zoo si avvale di due persone a tempo pieno.

 
 
 

Lo staff descritto viene coordinato da un direttore, con decennale esperienza in questo ambito, con il ruolo anche di curatore generale che si occupa di curare in prima persona i rapporti con gli organismi a livello nazionale (UIZA, CITES, Ministero Ambiente, ..) ed internazionale (EAZA, ISIS, WAZA,…) oltre alla gestione dei programmi di conservazione (EEP) a cui il Parco partecipa attivamente.