FORESTE SOTTOSOPRA

Foreste sottosopra è una campagna ideata dal gruppo di lavoro EDUZOO che nasce dall’esigenza di informare e sensibilizzare il pubblico sul delicato tema delle foreste. Le foreste emerse occupano 4 miliardi di ha di superficie globale, circa il 30% delle superfici continentali, ma non sono le sole, ad esse dobbiamo aggiungere tutte quelle foreste che sono in parte o completamente sommerse, come quelle a mangrovia o di kelp. Le foreste le possiamo quindi trovare sia sotto che sopra il livello dell’acqua. Le stesse foreste sono sottosopra, a soqquadro a causa della forte pressione antropica. Si stima che ogni 2’’ venga distrutta un’area pari a un campo di calcio, le cause della deforestazione sono principalmente legate al commercio illegale del legname, alla diffusione di allevamenti intensivi e alla necessità di avere nuove aree dedicate all’agricoltura. Vedi i dettagli della campagna>>.

 

SILENT FOREST CAMPAIGN

Silent Forest: asian songbirds crisis è la Campagna EAZA (European Association of Zoos and Aquaria) per la Conservazione 2017-2019. L’obiettivo che si propone è quello di intervenire con un contributo concreto da parte degli Zoo al superamento della situazione estremamente critica che si è creata nelle regioni boschive dell’Asia sud-orientale (in particolare nell’Arcipelago della Sonda) a causa del pesante commercio illegale degli uccelli, in particolare canori, che vivono in quegli ambienti.  Vedi i dettagli della campagna>>.
 

 

SNOW LEOPARD TRUST

Il Parco Zoo Punta Verde sostiene lo Snow Leopard Trust che si occupa della conservazione del leopardo delle nevi nel suo ambiente di origine attraverso la ricerca scientifica, la sensibilizzazione e educazione delle popolazioni locali e la tutela delle aree in cui vive. L'impegno del Parco Zoo Punta Verde per le specie a rischio di estinzione cresce con costanza anche attraverso l’adesione al progetto europeo EEP per la tutela di questo elusivo felino, una delle specie più minacciate al mondo. Gli esemplari ospitati al Parco sono dunque gli ambasciatori dei leopardi delle nevi che vivono in natura.    Vedi i dettagli della campagna>>.

 

RED PANDA NETWORK

Il Parco Zoo Punta Verde sostiene il Red Panda Network che si occupa della conservazione del panda rosso nel suo ambiente di origine attraverso la ricerca scientifica, la sensibilizzazione delle popolazioni locali e la tutela delle aree in cui vive. Cresce l’impegno del Parco Zoo Punta Verde per le specie a rischio di estinzione, con l’adesione al progetto europeo EEP per la tutela di questo animale, una delle cento specie più minacciate al mondo. Gli esemplari ospitati al parco sono dunque diventati ambasciatori per i panda rossi che vivono in natura. Vedi i dettagli della campagna>>.
 

 

GIRAFFE CONSERVATION FOUNDATION

Dal 2016 il parco Zoo Punta Verde sostiene la Giraffe Conservation foundation, fondazione con sede in Namibia e attiiva nella conservazione delle giraffe. Il contributo del Parco Zoo Punta Verde è possibile grazie ai visitatori, infatti parte del biglietto d’ingresso viene devoluto per il sostegno dei progetti della Giraffe Conservation Foundation. Inoltre durante il periodo estivo è possibile vivere un’esperienza unica, osservare le giraffe alla loro altezza, durante gli incontri ravvicinati i visitatori saranno accompagnati da una guida alla scoperta di questi carismatici animali africani. Le attività hanno un costo aggiuntivo rispetto al biglietto d’ingresso e anche in questo caso l’intero ricavato viene devoluto alla Giraffe Conservation Foundation. Vedi i dettagli della campagna>>.

 

SAVE THE CAISSARA

Il Parco Zoo Punta Verde ha cominciato a sostenere il progetto "Save the Caissara" nel 2002. Inizialmente è stata una vera e propria sfida poiché il Leontopiteco testa nera è una piccola scimmia non presente in cattività, poco conosciuta che vive in una zona molto ristretta della foresta pluviale atlantica in Brasile e pertanto raccontare di una specie che non è visibile se non da una foto non sempre è missione semplice! Con il passare del tempo anche i nostri visitatori si sono affezionati a questa rara specie contribuendo così alla sua salvaguardia che nel corso degli anni ci ha permesso, grazie ai fondi destinati direttamente ai ricercatori  sul campo, di fare la differenza, educando le popolazioni locali al rispetto della Natura e nel contempo offrendo delle valide alternative legali per il sostentamento delle famiglie che vivono nella medesima area del Caissara, oltre ovviamente a finanziare i progetti di ricerca volti a stabilizzare il numero degli esemplari scongiurandone l'estinzione.  Vedi i dettagli della campagna>>.

 

UNA GIORNATA CON MIC

EDUZOO, il gruppo di lavoro sull'educazione istituito dall'UIZA (Unione Italiana dei Giardini Zoologici ed Acquari), ha voluto dedicare una giornata alla memoria di un carissimo amico, Micael, appassionato di scienze naturali e grande esperto di invertebrati che per anni ha lavorato con loro e per loro. La festa dedicata a Micael Bolognesi si svolge tutti gli anni l’ultima domenica del mese di maggio in diversi zoo sparsi in tutta Italia. Questa giornata diventa l’occasione per conoscere da vicini Millepiedi, Insetti & Co ossia il mondo degli invertebrati che nel loro complesso costituiscono il 95% degli animali sulla Terra. È un mondo estremamente ricco di biodiversità, fatto di colori straordinari, forme stravaganti e comportamenti insoliti. Vedi i dettagli della campagna>>.
 
RAINFOREST CAMPAIGN
Nel 2002 l’EAZA ha istituito una campagna relativa alla salvaguardia della Foresta Atlantica, e noi c’eravamo. Si trattava di raccogliere dei fondi da destinare alla salvaguardia di quest'area del Sudamerica.
Il nostro parco si era posto come obiettivo finale quello di raccogliere € 8.000, destinando una quota dei propri introiti provenienti dalla vendita del biglietto di ingresso, che sarebbero serviti a pagare per un anno un assistente sul campo nella riserva di Poço das Antas (nella Foresta Atlantica). Facendo ciò, voi visitatori siete stati parte attiva nella realizzazione di tale progetto. Alla fine ce l’abbiamo fatta!!!
In occasione della "Rainforest Campaign" è stato allestito un nuovo reparto che ha accolto una coppia di Leontopitechi dorati (Leontopithecus rosalia), testimonial della campagna. In questo modo il Parco, assieme a voi, parteciperà attivamente a progetti di conservazione sia in-situ (raccolta fondi) che ex-situ (allevamento in cattività). Vedi i dettagli della campagna>>.
 
 
CAMPAGNA PER LA CONSERVAZIONE DELLA TIGRE
La campagna EAZA 2002/2003 per la conservazione della tigre è la terza Campagna EAZA per la Conservazione.
Anche quest’anno il nostro Parco ha deciso di aderire a questa iniziativa cogliendo inoltre l’occasione per rinnovare totalmente il reparto delle Tigri siberiane (Pantera tigris altaica).
Nell’arco della stagione verrà effettuata un’esposizione di pannelli dettagliati sulla biologia e lo stato attuale della tigre in natura, nonché una raccolta fondi da destinare alla “21st Century Tiger”, coordinatrice della campagna. Vedi i dettagli della campagna >>.
 
 
OCCHIO ALL'ALIENO
 
La campagna "Occhio all'alieno" è stata ideata dal gruppo Eduzoo nel 2013. L'obiettivo che si pone Eduzoo con "OCCHIO ALL'ALIENO", é quello di informare e sensibilizzare i visitatori dei Giardini Zoologici sull'importante tema delle specie animali/vegetali aliene invasive, problematica sollevata a livello internazionale anche dall'Unione Europea che stima in circa 10.000 le specie aliene presenti nel nostro Continente. Vedi i dettagli della campagna >>.
 
 
CAMPAGNA POLE TO POLE SUI CAMBIAMENTI CLIMATICI
 

La campagna Pole to Pole è stata lanciata nel 2013 dall'EAZA (European Association of Zoos and Aquaria) con l'intento di sensibilizzare tutte le persone sul tema dei cambiamenti climatici. Ai giorni nostri spesso si sente dire che la Terra si sta riscaldando, che le condizioni meteorologiche stanno diventando più estreme e che le calotte glaciali si stanno sciogliendo. Il mondo si sta trasformando perché il clima sta variando rapidamente.
Perché? Principalmente perché usiamo un’elevata quantità di energia elettrica e combustibili fossili. Obiettivo della campagna è quello di informare su quali sono i piccoli gesti che ognuno di noi può fare per contribuire ad invertire la rotta: stacca la spina-pull the plug anche tu! Vedi i dettagli della campagna >>.

 
 
BANDITI IN NATURA
Banditi in Natura è una campagna UIZA di informazione e sensibilizzazione su un tema caldo quale è il bracconaggio. Il bracconaggio è ancora oggi una delle più importanti minacce per la sopravvivenza delle specie animali e l'azione di ciascuno di noi è importante per combattere un fenomeno sempre più dilagante. Vedi i dettagli della campagna >>.
 
 
VOLOHASY bambù, uomini e lemuri
Volohasy è un progetto di riforestazione a bambù per la foresta pluviale degli alberi dragone di Maromizaha, un serbatoio di biodiversità come poche altre foreste nel Madagascar centro-orientale, a tutela delle due specie di lemure endemiche dell'area.
Promosso e coordinato dall'Università di Torino Dipartimento di Scienze della Vita e Biologia dei Sistemi e sostenuto dagli Zoo aderenti all'UIZA tra cui il Parco Zoo Punta Verde.  Vedi i dettagli della campagna >>

 

LET IT GROW

La campagna "let it grow" è stata lancaita da tre iportanti associazioni scientifiche europee: BGCI, EAZA, ed ECSITE. Lo scopo della campagna è promuovere e proteggere la biodiversità di casa nostra ovvero del continente europeo. La biodiversità è fortemente minacciata dalla pressione delle attività umane, dalla forte urbanizzazione, dall'agricoltura e dalla comparsa di piante ed animali in luoghi diversi da quelli di origine. Tutte queste attività sono la causa della riduszione delle spece autoctone e tutti noi, con piccole azioni possiamo contribuire ad arrestare questo declino. Vedi i dettagli della campagna >>

 

BUSHMEAT CAMPAIGN
 
Dal 2001 il Parco Zoo ha cominciato a partecipare attivamente a delle campagne volte alla conservazione di specie animali o ambienti minacciati.Abbiamo cominciato nel 2001 con la "BUSHMEAT CAMPAIGN" (Campagna contro l'uso della carne selvatica).
Tale campagna era stata promossa dall'EAZA (European Association of Zoos and Acquarium) dall'IFAW (International Fund fo Animal Welfare) e dallo Zoo di Bristol, lo scopo era quello di raccogliere almeno un milione di firme in tutti gli zoo d'Europa, al fine di chiedere ai capi africani e all'Unione Europea di fermare il commercio e quindi l'uso della carne selvatica (gorilla, scimpanzé, antilopi,…).
Anche il nostro parco, grazie a voi visitatori, ha partecipato a questa campagna, e sono state raccolte in totale ben 1.900.000 firme in tutti gli zoo europei. Vedi i dettagli della campagna >>.