Campagne EAZA
 

SILENT FOREST CAMPAIGN

Silent Forest: asian songbirds crisis è la Campagna EAZA (European Association of Zoos and Aquaria) per la Conservazione 2017-2019. L’obiettivo che si propone è quello di intervenire con un contributo concreto da parte degli Zoo al superamento della situazione estremamente critica che si è creata nelle regioni boschive dell’Asia sud-orientale (in particolare nell’Arcipelago della Sonda) a causa del pesante commercio illegale degli uccelli, in particolare canori, che vivono in quegli ambienti.  Vedi i dettagli della campagna>>.
 

 

LET IT GROW

La campagna "let it grow" è stata lancaita da tre iportanti associazioni scientifiche europee: BGCI, EAZA, ed ECSITE. Lo scopo della campagna è promuovere e proteggere la biodiversità di casa nostra ovvero del continente europeo. La biodiversità è fortemente minacciata dalla pressione delle attività umane, dalla forte urbanizzazione, dall'agricoltura e dalla comparsa di piante ed animali in luoghi diversi da quelli di origine. Tutte queste attività sono la causa della riduszione delle spece autoctone e tutti noi, con piccole azioni possiamo contribuire ad arrestare questo declino. Vedi i dettagli della campagna >>
 

 

CAMPAGNA POLE TO POLE SUI CAMBIAMENTI CLIMATICI
 

La campagna Pole to Pole è stata lanciata nel 2013 dall'EAZA (European Association of Zoos and Aquaria) con l'intento di sensibilizzare tutte le persone sul tema dei cambiamenti climatici. Ai giorni nostri spesso si sente dire che la Terra si sta riscaldando, che le condizioni meteorologiche stanno diventando più estreme e che le calotte glaciali si stanno sciogliendo. Il mondo si sta trasformando perché il clima sta variando rapidamente.
Perché? Principalmente perché usiamo un’elevata quantità di energia elettrica e combustibili fossili. Obiettivo della campagna è quello di informare su quali sono i piccoli gesti che ognuno di noi può fare per contribuire ad invertire la rotta: stacca la spina-pull the plug anche tu! Vedi i dettagli della campagna >>.

 
 

MADAGASCAR CAMPAIGN

Il Parco Zoo Punta Verde ha iniziato la sua partecipazione attiva alla conservazione della biodiversità in Madagascar aderendo alla Madagascar Campaign 2006-2007 e il suo impegno verso questa meravigliosa isola continua tutt’oggi con l’adesione a nuovi progetti di conservazione.Il Parco Zoo Punta Verde ospita da diversi anni due specie di lemuri: il lemure coda ad anelli (Lemur catta) e il lemure vari bianco e nero (Varecia variegata variegata), ambasciatori delle circa 100 specie di lemuri presenti in Madagascar. Aderendo alla Madagascar Campaign lo Zoo si è impegnato a far conoscere quest’isola, la sua grande biodiversità e le minacce che l’affliggono. Diverse sono state le attività organizzate per la campagna: laboratori creativi, attività didattiche rivolte alle scolaresche, vendita di prodotti artigianali realizzati dalle popolazioni malgasce.  Vedi i dettagli della campagna>>.

 

CAMPAGNA PER LA CONSERVAZIONE DELLA TIGRE
La campagna EAZA 2002/2003 per la conservazione della tigre è la terza Campagna EAZA per la Conservazione.
Anche quest’anno il nostro Parco ha deciso di aderire a questa iniziativa cogliendo inoltre l’occasione per rinnovare totalmente il reparto delle Tigri siberiane (Pantera tigris altaica).
Nell’arco della stagione verrà effettuata un’esposizione di pannelli dettagliati sulla biologia e lo stato attuale della tigre in natura, nonché una raccolta fondi da destinare alla “21st Century Tiger”, coordinatrice della campagna. Vedi i dettagli della campagna >>.
 
 
 
 

 

RAINFOREST CAMPAIGN
Nel 2002 l’EAZA ha istituito una campagna relativa alla salvaguardia della Foresta Atlantica, e noi c’eravamo. Si trattava di raccogliere dei fondi da destinare alla salvaguardia di quest'area del Sudamerica.
Il nostro parco si era posto come obiettivo finale quello di raccogliere € 8.000, destinando una quota dei propri introiti provenienti dalla vendita del biglietto di ingresso, che sarebbero serviti a pagare per un anno un assistente sul campo nella riserva di Poço das Antas (nella Foresta Atlantica). Facendo ciò, voi visitatori siete stati parte attiva nella realizzazione di tale progetto. Alla fine ce l’abbiamo fatta!!!
In occasione della "Rainforest Campaign" è stato allestito un nuovo reparto che ha accolto una coppia di Leontopitechi dorati (Leontopithecus rosalia), testimonial della campagna. In questo modo il Parco, assieme a voi, parteciperà attivamente a progetti di conservazione sia in-situ (raccolta fondi) che ex-situ (allevamento in cattività). Vedi i dettagli della campagna>>.

 

BUSHMEAT CAMPAIGN
 
Dal 2001 il Parco Zoo ha cominciato a partecipare attivamente a delle campagne volte alla conservazione di specie animali o ambienti minacciati.Abbiamo cominciato nel 2001 con la "BUSHMEAT CAMPAIGN" (Campagna contro l'uso della carne selvatica).
Tale campagna era stata promossa dall'EAZA (European Association of Zoos and Acquarium) dall'IFAW (International Fund fo Animal Welfare) e dallo Zoo di Bristol, lo scopo era quello di raccogliere almeno un milione di firme in tutti gli zoo d'Europa, al fine di chiedere ai capi africani e all'Unione Europea di fermare il commercio e quindi l'uso della carne selvatica (gorilla, scimpanzé, antilopi,…).
Anche il nostro parco, grazie a voi visitatori, ha partecipato a questa campagna, e sono state raccolte in totale ben 1.900.000 firme in tutti gli zoo europei. Vedi i dettagli della campagna >>