Laboratori
Anno scolastico 2017/2018

 

I laboratori si svolgono all'interno di strutture appositamente attrezzate. Ai Laboratori possono partecipare al massimo 25 persone.

I Laboratori hanno una durata di:

  • h 1.30 SCUOLE PRIMARIE E SECONDARIE
  • h 1.00 SCUOLE DELL'INFANZIA

Vuoi prenotare una visita guidata? Clicca qui e compila il modulo!

 

 

 

SCUOLA DELL'INFANZIA
(penultimo e ultimo anno) 

 

UN ARCOBALENO DI COLORI

Un albo illustrato ci permetterà di “viaggiare” attraverso i colori per comprendere il significato che ciascuno di essi ha in natura. Scopriremo che alcune rane sono blu per non farsi mangiare, che il pitone è verde per non farsi vedere e che il gallo usa il rosso per farsi notare, questi sono solo alcuni esempi. L’attività sarà arricchita con la manipolazione e l’osservazione di reperti naturalistici.

OBIETTIVI:

  • Sviluppare empatia e curiosità nei confronti degli animali
  • Vivere un’esperienza sensoriale grazie all’uso di reperti naturalistici
  • Imparare il significato di alcuni colori nel regno animale
 

CARTOON ZOO

Partiremo insieme per un’avventura fantastica alla scoperta degli animali protagonisti dei cartoni animati più famosi. Impareremo a riconoscerli osservando le loro principali caratteristiche cosicché non potremo mai più confonderli.

OBIETTIVI:

  • Approcciarsi al mondo animale in maniera divertente
  • Imparare alcune curiosità sul mondo animale grazie all’utilizzo di reperti naturalistici
  • Identificare gli animali dei cartoni
 

 

 

 

SCUOLA PRIMARIA (I-II) 

 
 

SENSI BESTIALI

Uditi e olfatti finissimi, termovisione, sensibilità al campo magnetico sono solo alcuni degli straordinari sensi degli animali. Mettendo alla prova anche i nostri sensi scopriremo come gli animali percepiscono l’ambiente che li circonda. L’affascinante mondo della comunicazione animale non si limita solo ai versi, apprenderemoquali sono i sensi degli animali e come li usano. L’attività si concluderà con la realizzazione di un gadget.

OBIETTIVI:

  • Imparare quali sono e come funzionano i sensi degli animali
  • Scoprire nuove forme di comunicazione non verbale
 
 
 

CHI E' PASSATO DI QUA?

Una camminata attenta nel bosco, in foresta o in savana può svelarci molti segreti sugli animali che vi abitano. Orme, pelo, escrementi, penne, piume, resti di cibo, sono le tracce che gli animali possono lasciare. I bambini, come curiosi naturalisti, potranno osservare e toccare alcune di queste tracce per poi saper riconoscere a quale animale appartengono. L’attività si concluderà con la realizzazione di un gadget.

OBIETTIVI:

  • Riconoscere i diversi tipi di tracce (impronte, peli, piume…)
  • Associare le tracce agli animali
  • Stimolare i bambini nella formulazione di ipotesi
 

 

I SUPERPOTERI ANIMALI

I super poteri esistono e ad averli non sono solo gli eroi dei fumetti, ma anche gli animali. C’è chi riesce a diventare invisibile, chi possiede una lingua lunga una volta e mezza la sua lunghezza, chi riesce a rigenerare parti del suo corpo, e non solo. In questa attività, le caratterisitiche biologiche degli animali ci sorprenderanno!

OBIETTIVI:

  • Suscitare stupore e curiosità per il regno animale
  • Conoscere alcuni adattamenti strutturali degli animali al loro ambiente di vita
  • Stimolare lo spirito di osservazione 
     
     

Scheda didattica per gli Insegnanti, propedeutica al laboratorio "I superpoteri degli animali"

 

 

 

IL MARE DELLE MERAVIGLIE

Le misteriose “Scatole della biodiversità” ricche di reperti marini ci permetteranno di fare un viaggio alla scoperta del nostro mare: il Mare Mediterraneo, che per la sua ricchezza di specie animali è uno dei più importanti ecosistemi marini del mondo. I bambini, collaborando in gruppi, avranno modo di fare ordine tra crostacei, molluschi, spugne e altri reperti che si possono trovare facendo una passeggiata in riva al mare.

OBIETTIVI:

  • Suscitare stupore e curiosità per gli animali marini
  • Conoscere alcuni adattamenti strutturali degli animali al loro ambiente di vita
  • Sostenere il lavoro di gruppo e la condivisione di idee

 

 

 

UN VESTITO PER OGNI OCCASIONE (solo classi II)

I rivestimenti servono agli animali per proteggersi, per muoversi, per comunicare, ma anche per tenere il corpo al caldo o per non disidratarsi. Il laboratorio sarà un’occasione per osservare da vicino e manipolare i diversi “vestiti” degli animali allo scopo di imparare a riconoscerli e di conoscerne le caratteristiche. L’attività si concluderà con la realizzazione di un gadget.

OBIETTIVI:

  • Sviluppare il senso di osservazione di reperti naturalistici
  • Distinguere i diversi tipi di rivestimenti
  • Riconoscere le cinque classi dei vertebrati partendo dai rivestimenti
 

 

 

 

 

 

 

SCUOLA PRIMARIA (III-IV-V)
SECONDARIA (I e II grado)  

 
 

GIALLO ALLO ZOO

Vestiremo i panni degli investigatori per risolvere il mistero che veleggia sullo Zoo. Analizzeremo e risolveremo i vari indizi che troveremo, per scoprire il nome dell’animale che ce li ha lasciati. Leone o lupo? Come faccio a distinguerli? Sarà erbivoro o carnivoro? Tante domande che hanno bisogno di risposte. Risposte che solo con il vostro aiuto saremo in grado di trovare.

OBIETTIVI:

  • Stimolare la curiosità, lo spirito di iniziativa e la fantasia per risolvere il mistero
  • Saper distinguere le tracce lasciate dagli animali
  • Saper associare lo stesso tipo di traccia a ciascun animale
 
 
 

PREDE E PREDATORI

Partendo dalla definizione di adattamento cercheremo di riconoscere le specializzazioni morfologiche e le strategie messe a punto dagli animali in un determinato ambiente per garantirsi la sopravvivenza. In particolare metteremo a confronto i due grandi gruppi delle prede e dei predatori.

OBIETTIVI:

  • Dare una definizione di adattamento
  • Illustrare alcune caratteristiche morfologiche tipiche di prede e predatori
  • Conoscere le diverse tecniche ci caccia e di difesa sviluppate dagli animali per la sopravvivenza
  • Sperimentare la cooperazione con i compagni
 
 
 

IL PRANZO E' SERVITO

Anche gli animali hanno il loro cibo preferito, proprio come noi. Grazie a questo laboratorio scopriremo cosa mangiano e perché. Con l’ausilio di alcuni reperti (denti, crani) riconosceremo gli adattamenti sviluppati dagli animali in rapporto al tipo di alimentazione, mentre analizzando gli escrementi (colore, forma, contenuto) indovineremo qual è la loro dieta.

OBIETTIVI:

  • Conoscere le caratteristiche per determinare il tipo di alimentazione di un animale
  • Imparare a distinguere animali carnivori, onnivori, erbivori
  • Riconoscere gli escrementi
 
 
 

 


OCCHIO ALL'ALIENO

La scelta di un animale da compagnia va fatta con consapevolezza. Prima di procedere all’acquisto è bene informarsi sulle necessità e sulle esigenze di spazio soprattutto se si tratta di un animale alieno, ossia di un animale che non è tipico della nostra fauna. Questo laboratorio consentirà di capire come si sceglie un pet e insegnerà che l’animale non va mai abbandonato perché se appartiene a una specie aliena invasiva potrebbe diventare una minaccia per la biodiversità del nostro ambiente.

OBIETTIVI:

  • Acquisire il concetto di biodiversità e di specie aliena
  • Comprendere i pericoli connessi all’introduzione di specie aliene
  • Suggerire comportamenti corretti da assumere quando si acquista un animale da compagnia
 
 

PIANTALA! STORIE DI PIANTE

Porre attenzione al mondo delle piante significa anche imparare a guardare ciò che è diverso da noi e a rispettarlo. Domande come “Le piante mangiano?”, “Le piante si spostano?”, “Le piante parlano?”, “Le piante si difendono?” saranno da stimolo per conoscere più da vicino il mondo vegetale.

OBIETTIVI:

  • Suscitare stupore e curiosità per il regno vegetale
  • Spiegare alcuni adattamenti all’ambiente delle specie vegetali
  • Stimolare lo spirito di osservazione
 
 
 
 

UN MARE DI PLASTICA

Conchiglie di diverse forme, impronte, penne, piccoli cumuli di sabbia sono solo alcune delel tracce che si possono trovare facendo una passeggiata in riva al mare. In questa attività il gruppo verrà stimolato a riconoscerle per scoprire quali sono alcuni degli abitanti dell’ambiente marino, attraverso l’osservazione diretta di reperti naturalistici. Ma ci sono anche altre tracce, decisamente più pericolose, quelle lasciate dall’uomo: i rifiuti. La plastica sia a livello macroscopico (bottiglie, sacchetti di plastica…) che microscopico (microplastiche) è un materiale che il mare non riesce a “digerire”, una delle principali cause dell’inquinamento marino.

  • Approfondire la conoscenza di alcuni abitanti del Mare Mediterraneo
  • Sensibilizzare al rispetto per l’ambiente marino
  • Rendere i ragazzi più consapevoli e sostenibili nei gesti quotidiani